cavia da laboratorio

Test sugli Animali: Sviluppati Micro-Organismi Artificiali per Sostituirli


Nella ricerca medica la sperimentazione sugli animali è, purtroppo, necessaria. Da anni i ricercatori stanno cercando di studiare delle alternative al sacrificio degli animali alla causa della medicina, e sembra che ci stiano riuscendo. Alcuni ricercatori dell’Institute for Biotechnology della Technical University (TU) di Berlin, stanno sviluppando un micro-organismo all’interno di un chip che riesce a riprodurre i complessi processi metabolici all’interno del corpo umano.

I benefici della medicina moderna, e quindi dei test sugli animali, sono qualcosa a cui – a ben vedere – non riuscirebbero a rinunciare neppure coloro che si professano animalisti, e che magari conducono un’alimentazione vegana, e fino ad ora erano stati necessari gli esperimenti sugli animali nei laboratori di ricerca, per assicurarsi che i farmaci fossero efficaci e sicuri.

Perché finora non si sono trovate alternative? Perché, come spiega il Dr. Frank Sonntag del Fraunhofer Institute for Material and Beam Technology IWS, la maggior parte dei farmaci deve essere testata a livello sistematico, nel senso che ci vogliono degli organismi completi, nella loro complessità, per far emergere, attraverso processi metabolici, eventuali sostanze tossiche.

Ma per fortuna la scienza non si ferma e la tecnologia diventa sempre più avanzata, tanto che è stato messo a punto un micro-organismo che riproduce fedelmente i processi metabolici complessi nel corpo umano, con una grandissima precisione. Questi “micro-organi”, del tutto creati ad hoc, sono collegati tra loro attraverso piccoli canali, per simulare la circolazione del sangue umano.

I ricercatori IWS possono, attraverso questi micro-organi artificiali, modificare la configurazione esatta del chip, ovvero il numero di organi e il collegamento con i micro-canali, a seconda dei test che devono portare a termine. Con il chip è possibile testare gli ingredienti attivi dei nuovi farmaci, e anche studiare la tollerabilità cutanea dei cosmetici.
Il futuro, quindi, non prevederà più i sacrifici animali: perlomeno è quello che ci auguriamo tutti!

Foto tratta dalla rete
Fonte: sciencedaily.com

cavia da laboratorio

cavia da laboratorio

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *