Rifare il Seno

Stai Pensando di Rifare il Seno? Ecco Cosa Dovresti Sapere


Sono sempre di più, in tutto il mondo, le donne che decidono di rifare il seno.
Si tratta di uno degli interventi più richiesti, perché un bel seno può far sentire una donna molto più a suo agio nel suo corpo.

Quando parliamo di rifare il seno possiamo intendere sia farlo diminuire che aumentarlo, ma in questo articolo parleremo della mastoplastica additiva, quindi per ingrandirlo.

Ci sono delle cose che le donne che intendono rifare il seno dovrebbero sapere.
Innanzitutto, come indicato su plasticsurgery.about.com, le candidate ideali sono le donne sane di mente e di corpo, che al momento dell’operazione non sono in attesa di un figlio nè stanno allattando, e sono a conoscenza dei rischi dell’intervento.

Come ogni operazione chirurgica, la mastoplastica additiva ha dei rischi potenziali (pari all’1%, ma comunque ci sono). Essi comprendono emorragie, infezioni, cambiamenti nel capezzolo, dolore, cicatrici.

Gli impianti hanno una durata di 15-20 anni e dopo devono essere cambiati. Durante questi anni è bene sottoporsi a dei controlli.

Riguardo alla diagnostica, per esempio la mammografia, non c’è pericolo per gli impianti, ed è possibile fare un esame attento.

Si può allattare anche dopo essersi rifatte il seno? Nella maggior parte dei casi sì, perché i condotti del latte non sono “disturbati” dalle protesi.

Quanto dura il post-operazione? Di solito si riesce a tornare al lavoro dopo circa 5 giorni, tranne per chi deve sollevare pesi (lì il periodo è più lungo, perché si deve preparare la schiena).

Rifare il Seno

Rifare il Seno

Foto tratta dalla rete
Fonte: About.com

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *