spesa

Spesa Sana: Le 6 Regole che ci Aiutano nelle Scelte Migliori


Le decisioni che potrebbero compromettere o mantenere la nostra salute ce la giochiamo, in buona parte, quando andiamo a fare la spesa al supermercato.

Ci sono delle regole che ci possono aiutare a fare una spesa corretta, in linea con le direttive del Ministero della Salute, che consiglia una sana alimentazione. Kristin Kirkpatrick di U.S. News ha pubblicato un articolo in cui spiega quali sono queste regole.

Innanzitutto è bene avere almeno cinque colori nel nostro carrello. Il viola delle melanzane, il verde dell’insalata, il rosso del pomodoro, il giallo dei limoni o l’arancione dei mandarini.. Questi sono solo degli esempi per far capire quanto sia importante variare la scelta degli ortaggi e della frutta e assumerne di differenti tipi, per potersi assicurare il corretto apporto di vitamine per stare in salute. “Fossilizzarsi” sempre sulle stesse verdure è quindi poco consigliabile: la parola chiave della sana alimentazione sta nel variare.

Un altro consiglio prezioso per fare una buona spesa è quello di controllare sempre la lista degli ingredienti: nella maggioranza dei casi una lista più corta corrisponde a un prodotto più salutare. Pochi ingredienti, insomma, ma buoni.

Se proprio siete incapaci di rinunciare a qualche “junk food”, del genere di snack dolci o patatine, è meglio scegliere le porzioni singole o comunque le più piccole possibili. Questo ridurrà la tentazione e vi aiuterà a ridurre le porzioni di “schifezze” assunte.

Altro suggerimento: preferire i prodotti integrali. Che si tratti di riso, pasta o pane, è bene cercare sempre di optare per l’opzione integrale, più ricca di fibre, meno calorica e migliore per le funzionalità dell’intestino.

Ridurre l’acquisto dei cibi già pronti, ovvero quelli congelati, è una regola d’oro, che andrebbe sempre tenuta a mente: solo preparando i nostri piatti a casa possiamo controllare sale, zucchero e in generale le dosi dei grassi. E non dimentichiamo che i prodotti già pronti sono spesso ricchi di glutammato e conservanti, dannosi per la salute.

E passiamo al reparto bevande: da evitare come la peste sono quelle piene di zucchero (cola, aranciata, gassosa ecc.); gli alcolici andrebbero bevuti con moderazione, preferendo magari vino e birra – non più di un bicchiere al giorno. Si può optare invece per il tè da fare a casa, non quello pronto in bottiglia perché zeppo di zuccheri, per il caffè meglio se decaffeinato, per l’orzo e, ovviamente, per la semplice acqua.

Foto tratta dalla rete
Fonte: huffington post

spesa

spesa

Condividi su Google Plus

1 Commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *