Pillola Anticoncezionale

Pillola Anticoncezionale Aumenta Rischio di Tumore al Cervello?


La pillola anticoncezionale, il contraccettivo usato da milioni di donne in tutto il mondo, potrebbe aumentare il rischio di contrarre il glioma, una forma di tumore al cervello.

Questo è il risultato di una scioccante scoperta dei ricercatori della University of Southern Denmark, che è stata pubblicata sul British Journal of Clinical Pharmacology.

Sembra che la soglia di rischio sia il medio periodo: cinque anni di pillola anticoncezionale potrebbero aumentare del doppio (rispetto alle donne che non l’hanno mai presa) il rischio di tumore al cervello.
La ricerca è stata portata a termine su un gruppo di donne, di età compresa fra i 15 e i 49 anni, a cui nell’arco di 10 anni è stata diagnosticata la malattia.

Sembra che gli ormoni sessuali siano una delle cause dell’insorgenza della malattia in questione, anche se – di contro – pare che le terapie a base di ormoni possano prevenire il rischio di altri tipi di cancro come quello al seno, alle ovaie e dell’endometrio.

David Gaist della University of Southern Denmark, tra gli autori della ricerca, ha dichiarato:

D’altro canto si sa molto poco sulle cause dei gliomi e di altri tumori cerebrali. E poiché è noto che gli ormoni sessuali possono far crescere il rischio di determinati tumori abbiamo voluto indagare se ci fosse un legame fra questi e le neoplasie che si sviluppano nel cervello.

Lo studio ha riguardato troppe poche donne perché si possa generalizzare tutto e mettere in guardia le donne di ogni età dall’uso della pillola anticoncezionale:

Per ora, calcolando i rischi e i benefici degli anticoncezionali ormonali, il bilancio è ancora a favore del loro uso. Ma è necessario conoscere meglio gli effetti collaterali sul lungo periodo per le donne che li utilizzano.

Leggi anche Chip Contraccettivo: La Rivoluzione del Sesso Sicuro Arriva nel 2017

Pillola Anticoncezionale

Pillola Anticoncezionale

Foto tratta dalla rete
Fonte: Leggo Salute

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *