neonato

Neonati Sottopeso: Rischio Maggiore di Sviluppare Disturbi Psichiatrici


Uno studio condotto dai ricercatori della McMaster University, in Canada, ha dimostrato che c’è una correlazione tra il nascere gravemente sottopeso e l’insorgenza di malattie psichiatriche da adulti.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Pediatrics, si è avvalsa dello studio su un gruppo di persone (84) nate fortemente sottopeso, con un peso pari ai 1000 grammi, e un altro gruppo di persone che alla nascita avevano un peso normale, di circa 3000 grammi.

I risultati dello studio hanno quindi portato ad evidenziare che i nati sottopeso hanno una tendenza a sviluppare malattie psicologiche, depressione e a soffrire di disturbi legati all’ansia superiore a 2,5 volte rispetto a chi è nato con un peso nella norma.

Lo studio dei ricercatori della McMaster University va a collegarsi ad un altro che aveva dimostrato, già diverso tempo fa, che i neonati sottopeso sviluppano, da grandi, una maggiore tendenza a diventare obesi, e incorrono molto più degli altri nel rischio di avere diabete, ipertensione, patologie dell’apparato cardio-circolatorio, infarti e altri problemi di salute.
A questo vanno ad aggiungersi, come rivela il nuovo studio, patologie mentali come la depressione e l’ADHD, che è anche conosciuto come disturbo da deficit di attenzione e iperattività.

La situazione diventa ancora più grave (rischio aumentato di 4,5 volte) se alla madre, durante la gravidanza, sono stati somministrati degli steroidi.
Lo studio, che ha dimostrato l’esistenza di una correlazione tra le due cose, potrà ora essere sfruttato per studiare e curare i pazienti che soffrono di questi disturbi, come hanno dichiarato i ricercatori canadesi alla rivista Pediatrics:

Questa scoperta ci aiuterà a prevedere, individuare e curare meglio i disturbi mentali in questa fascia della popolazione.

Foto tratta dalla rete
Fonte: Medicaldaily

neonato

neonato

Condividi su Google Plus

1 Commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *