Alzheimer

Morbo di Alzheimer e Gruppo Sanguigno: Esiste Correlazione


Il gruppo sanguigno può essere alla base di un maggior rischio di contrarre il morbo di Alzheimer.
Questa correlazione tra gruppo sanguigno e insorgenza di morbo di Alzheimer è stata scoperta grazie a uno studio dell’Ospedale San Camillo di Venezia e del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Sheffield, in Inghilterra. I risultati della ricerca sono stati pubblicata sulla rivista inglese Brain Research Bulletin.

La direttrice scientifica dell’IRCCS Ospedale San Camillo di Venezia, la dott.ssa Annalena Venneri, ha spiegato:

Lo studio sembra suggerire che le persone con gruppo sanguigno O siano più protette contro le malattie nelle quali si osserva la perdita di volume cerebrale temporale e mediotemporale, come accade ad esempio nella malattia di Alzheimer. Molto probabilmente il gruppo sanguigno influisce sullo sviluppo del sistema nervoso centrale, ma ora dobbiamo capire perché e come questo accade.

La correlazione tra il gruppo sanguigno e il rischio di contrarre il morbo di Alzheimer sembra quindi un dato oggettivo. Chi ha il gruppo sanguigno di tipo A, B o AB, corre più rischi di ammalarsi rispetto a chi ha il gruppo sanguigno di tipo 0.

Questo dipenderebbe dalla quantità maggiore di sostanza grigia nel cervello, che con il tempo esporrebbe ad un maggior declino cognitivo le persone di gruppo A, B e AB.

Leggi anche: Formaggi Stagionati e Carne Rossa Aumentano Rischio Alzheimer.
L’Esercizio Fisico Aiuta i Malati di Alzheimer, Ecco Come.

Alzheimer

Alzheimer

Foto tratta dalla rete
Fonte: TgCom

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *