Alzheimer

L’Esercizio Fisico Aiuta i Malati di Alzheimer, Ecco Come


L’esercizio fisico fa sempre bene, e ricerche recenti hanno dimostrato che può prevenire e ridurre il rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer e altre forme di demenza.
Per cercare di rallentare l’avanzamento del morbo di Alzheimer, l’esercizio fisico è importante, perché aiuta anche la mente, come ormai è noto.
Vediamo quali sono i benefici riscontrati nelle persone malate di Alzheimer che hanno fatto regolare esercizio fisico (fonte: alzheimers.about.com):

Riduzione del rischio di depressione in demenza.
Si calcola che purtroppo i pazienti che soffrono di questa patologia tendono ad ammalarsi anche di depressione (fino al 23% dei casi). L’esercizio fisico regolare può aiutare a tenere l’umore più alto.

Ridurre irrequietezza.
I pazienti di questo morbo tendono ad essere ansiosi, molto irrequieti, e spesso manifestano il desiderio di uscire di casa (con il rischio di perdersi). Se però hanno fatto esercizio, tipo lunghe passeggiate, saranno più calmi.

Preservare funzioni fisiche e forza.
Tenere il corpo attivo e in allenamento aiuta a tenersi in forma, a mantenere in salute i muscoli e le funzioni fisiche e quindi a ridurre il rischio di cadute e accrescere la forza e la resistenza.

Migliorare le funzioni cardiache.
Si sa che fare moto fa bene anche al cuore, e soprattutto in questi pazienti mantenere il cuore sano può prevenire altre complicazioni di salute.

Migliorare il sonno.
Fare attività fisica, soprattutto se all’aperto, migliora molto il sonno e aiuta a riposarsi bene di notte. Dato che spesso i malati di Alzheimer hanno notti agitate, è bene fargli fare del movimento durante il giorno, per potersi rilassare e facilitare il sonno.

Migliorare le funzioni cognitive.
Gli studi dimostrano che l’esercizio fisico migliora le funzioni cognitive nei pazienti con decadimento cognitivo lieve, anche se non può – ovviamente – ripristinare del tutto la memoria.

Foto tratta dalla rete
Fonte: alzheimers.about.com

Alzheimer

Alzheimer

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *