Infarto

L’Aspirina Non Previene il Primo Infarto, Lo Decreta La FDA


L’Aspirina (nome comune dell’acido acetilsalicilico) non può essere considerata un fattore di protezione o prevenzione dall’infarto.

Infarto

Infarto

Lo dimostra a pieno titolo uno studio che è stato reso noto dagli analisti della Food and drug administration.

La statunitense Food and drug administration, che è anche conosciuta con l’acronimo di FDA, ha messo le cose in chiaro: le persone che non hanno mai avuto infarti non possono prevenirlo assumendo un’Aspirina al giorno, perché non ci sono studi scientifici che ne dimostrano l’efficacia.
La convinzione che l’acido acetilsalicilico fosse un valido rimedio per la prevenzione del primo infarto si era diffusa da anni, e in ragione del fatto che le persone che hanno già subito un attacco di cuore spesso vengono raccomandate dai loro medici di assumere quotidianamente un’aspirina.
Nel caso di persone già colte da infarto si è dimostrata l’efficacia dell’aspirina nel calare le probabilità di un secondo attacco di cuore, e questo è assodato, ma non si può pretendere che questa possa anche prevenirlo del tutto.

La Food and drug administration si è quindi espressa molto chiaramente in merito a tale questione, anche per rispondere alla casa farmaceutica Bayer, che aveva inoltrato la richiesta di poter scrivere sul foglietto illustrativo la proprietà preventiva dell’aspirina.

Richiesta quindi non accolta dall’agenzia che controlla il mercato dei medicinali in America, perché non è stata dimostrata alcuna correlazione tra l’acido acetilsalicilico e l’assenza di insorgenza del primo infarto.

La presa di posizione è storica e sta facendo notizia in tutto il mondo, sfatando i miti su questo farmaco.

Foto tratta dalla Rete

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *