peperoncino

Il Peperoncino è un Aiuto Contro la Fibrosi Epatica


Il peperoncino può essere un’arma molto potente di prevenzione delle malattie al fegato, e in particolare della fibrosi epatica.
La fibrosi epatica provoca un danno per la nutrizione delle cellule del fegato, con tutte le conseguenze che questo comporta. Questa patologia consiste in una formazione di tessuto come conseguenza del danno al fegato.

Ma il peperoncino, grazie al suo contenuto di capsaicina, può diventare una risposta positiva per la prevenzione di questa patologia. Lo hanno scoperto un’equipe di medici ricercatori che hanno poi presentato la ricerca nel corso dell’International Liver Congress 2015, che si è svolto poche settimane fa a Vienna.

Sembra, da quanto emerso dallo studio, che la capsaicina, che conferisce al peperoncino il suo apprezzato sapore piccante, possa far diminuire l’attivazione delle cellule stellate del fegato, che sono quelle che vanno poi a formare quel tessuto cicatriziale che appunto caratterizza la fibrosi epatica.

L’esperimento è stato condotto su dei topi da laboratorio: a un gruppo è stato somministrato, ogni giorno, un preparato contenente della capsaicina e per tre giorni essi hanno subito anche la legatura del dotto biliare (che ha provocato un accumulo di bile); il secondo gruppo, invece, è stato messo sotto esposizione al tetracloruro di carbonio , agente patogeno, e gli si è fatto assumere ogni giorno la capsaicina.

In entrambi i gruppi la capsaicina ha funzionato: nel primo gruppo le lesioni sono state ridotte; nel secondo si è prevenuto lo sviluppo della malattia.

Va da sé che questo potrebbe funzionare anche per gli uomini: basta inserire nella propria alimentazione quotidiana il peperoncino, per poterne godere dei vantaggi.

Gli Uomini Virili Preferiscono il Cibo Piccante: Lo Studio

peperoncino

peperoncino

Foto tratta dalla rete

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *