Graviola

La Graviola Non Guarisce dal Cancro: L’AIRC Mette in Guardia


Il nome graviola è spesso associato al termine “anticancro”.
Sono innumerevoli gli articoli, sia online che sulle varie riviste di salute e benessere, che magnificano le virtù della graviola fino all’inverosimile: ma purtroppo le cose non stanno veramente così e la graviola, estratto di una pianta tropicale chiamata annona muricata, non ha proprietà anticancro accertate dalla scienza medica.

L’annona muricata, diffusa nella foresta pluviale di Africa, America del sud e Sudest asiatico, viene utilizzata in queste zone per preparare rimedi contro reumatismi, infezioni virali, artrite e persino depressione. Anche se alcune ricerche hanno confermato che in effetti la graviola può avere effetti benefici contro i sintomi di queste patologie, è altrettanto vero che le stesse ricerche hanno dimostrato che gli effetti collaterali non sono da meno.
Riguardo al fatto che la graviola avrebbe forti proprietà contro i tumori, tutto è iniziato con delle ricerche scientifiche che hanno preso in esame la graviola e delle cellule tumorali in vitro. Come riporta il sito dell’AIRC:

In anni recenti, alcuni studi di laboratorio hanno infatti osservato che gli estratti di graviola hanno la capacità di uccidere cellule di tumore – in particolare del pancreas, del fegato e della mammella – coltivate in vitro. Il dato è stato pubblicato su riviste scientifiche, e in teoria potrebbe aprire la strada a ulteriori ricerche. Queste dovranno però verificare se i risultati osservati in laboratorio – in cellule di tumore e non in organismi complessi come il corpo umano – sono trasferibili anche ai malati, e controllare che non comportino rischi di rilievo per la salute.

Infatti, una cosa è osservare gli effetti in vitro, altra è vedere gli stessi effetti nell’organismo umano, così complesso. Tra l’altro nelle zone dove la graviola viene usata come anticancro (Guadalupa) si sono già sperimentati gli effetti dannosi sul sistema nervoso.

L’AIRC mette in guardia:

Anche il caso degli estratti di graviola conferma che nessuna sostanza, anche se naturale, è priva di pericoli o di effetti collaterali, per cui prima di affidare le proprie speranze di guarigione occorre sapere che solo le cure sottoposte al vaglio di una rigorosa sperimentazione scientifica offrono sufficienti garanzie di efficacia e sicurezza.

Fonte: sito AIRC
Foto tratta dalla rete

Graviola

Graviola

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *