futura mamma

Gravidanza: l’Importanza di Assumere Lo Iodio


Assumere il giusto quantitativo di iodio è fondamentale per tutti, e a maggior ragione per le donne che sono in stato di gravidanza.
Stando ai dati pubblicati da una ricerca della SIEDP, la Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia pediatrica, sembra che una donna su tre ignori il fatto che, quando si è in dolce attesa, il consumo di iodio dovrebbe aumentare, perché fa bene al bambino (oltre che alla mamma).

Lo iodio è infatti un sale minerale importante per prevenire alcune malattie, soprattutto quelle legate alla tiroide. Esse, tra l’altro, sono in aumento, perché l’informazione sullo iodio e sulla sua importanza non è altissima.

Leggi questo interessante articolo per sapere quando preoccuparsi riguardo alla carenza di iodio e quindi ai problemi alla tiroide: Tiroide, Le 10 Cose che Dobbiamo Assolutamente Sapere.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la carenza di iodio può compromettere la salute fetale e neonatale, ed è quindi importante informarsi in modo corretto, per non compromettere nulla.

Cosa si può fare per aumentare il fabbisogno quotidiano dello iodio? Innanzitutto sentire il parere di un medico, specie se si è in gravidanza, e secondo, utilizzare sale iodato al posto del sale marino comune. Quello iodato, infatti, contiene 30 mg di iodio per chilo.
Come riportato da La Stampa, la quantità da assumere ogni giorno è di 175 microgrammi per le donne in gravidanza e anche di più, circa 200 microgrammi, per le mamme che stanno allattando.

Il Sale Iodato Previene le Disfunzioni della Tiroide.

futura mamma

donna incinta

Foto tratta dalla rete
Fonte: La Stampa

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *