Mamma vegetariana

Dieta Vegetariana in Gravidanza: Si Può, Seguendo Alcune Regole


La dieta vegetariana sta diventando uno stile di vita sempre più scelto: tutti noi abbiamo almeno un parente o un amico che hanno deciso di eliminare dalla loro alimentazione carne e pesce, e magari ci stiamo pensando anche noi, se non lo siamo già!
C’è chi lo fa per motivi etici e chi per motivi salutistici, ma il risultato, in termini di cibo, non cambia.
Ma cosa succede quando una donna vegetariana è in gravidanza?
Molte si fanno prendere dal panico, immaginando che dovranno rinunciare alla dieta vegetariana per garantire i nutrimenti necessari al bimbo che hanno in grembo, e quindi re-introducono nella loro alimentazione la carne rossa e il pesce.
Eppure non ce n’è alcun bisogno, perché la dieta vegetariana è perfetta anche per le donne che aspettano un figlio, e lo conferma, tra gli altri, anche la Fondazione Umberto Veronesi.
Basta, naturalmente, seguire alcune regole fondamentali, in modo che il bambino (che nei nove mesi si nutre solo attraverso la mamma) possa essere alimentato correttamente.

Innanzitutto è importante assumere un corretto apporto di calorie al giorno: 2.000 è il numero “chiave” e bisogna cercare di attestarsi intorno a questa cifra, senza scendere o salire troppo.

Mamma vegetariana

Mamma vegetariana

La dieta vegetariana va bene anche in gravidanza, ma nutrirsi solo di zucchine e mele, per esempio, è folle: bisogna apportare all’organismo la giusta quantità sia di vitamine e minerali, quindi micronutrienti, che di grassi, carboidrati e proteine, ossia macronutrienti. In particolare sarebbe bene aumentare l’assunzione di proteine, quindi lasciando spazio ampio a formaggi, latticini, legumi, soia, tofu.

Anche il ferro è un elemento essenziale per il feto, e quindi sono indicatissimi uova, latticini, legumi, frutta secca. E se poi si assume anche del succo d’arancia è ancora meglio, perché il ferro si “fissa” meglio.

Non a tutte piacciono, ma i broccoli sono sempre un alimento jolly: sono ricchissimi di calcio e vitamine, e sicuramente ve li consiglierà anche il vostro medico!

E per finire in bellezza, latticini e uova sono fondamentali anche per l’apporto di vitamina B12, che è presente anche nel tempeh, alimento fermentato ricavato dai semi di soia gialla, che è anche conosciuto come carne di soia.

Per concludere, gestanti vegetariane: con questi piccoli accorgimenti la vostra dieta vegetariana garantirà al vostro bebè tutto il necessario, per cui… state serene!

Foto: Shutterstock

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *