Cioccolato

Il Cioccolato Ferma il Declino della Memoria: Lo Conferma uno Studio


Il cioccolato può aiutare a non perdere la memoria.
La sorprendente ricerca, condotta da una equipe di scienziati del Columbia University Medical Center, in America, e pubblicata sulla rivista Nature Neuroscience, dimostra che i flavanoli, sostanze contenute nelle fave di cacao, possono agire sull’area del cervello responsabile del declino della memoria.

Questa area del cervello si chiama giro dentato ed è “incaricata” del controllo della nutrizione e della regolazione delle reazioni di attacco e difesa: ed è proprio a causa delle variazioni di quest’area che le persone anziane vedono calare la memoria con il passare degli anni.

Il cioccolato potrebbe fermare questo declino, ed è stato dimostrato grazie a un esperimento che è stato condotto su 37 volontari sani di età compresa fra i 50 e i 69 anni. Queste persone sono state suddivise in due gruppi: il primo gruppo doveva seguire una dieta che prevedeva l’assunzione di una quantità pari a 900 mg di flavanoli al giorno, mentre l’altro gruppo solo 10 mg. Tale dieta doveva essere osservata per un periodo di tre mesi. Al termine di questo lasso di tempo i due gruppi sono stati sottoposti a test di memoria e imaging cerebrale, e si è visto che le persone che avevano assunto una grande quantità di flavonoli ottenevano risultati di gran lunga migliori.

Uno dei responsabili della ricerca, il dottor Small, ha dichiarato che se, prima di cominciare l’esperimento, uno dei volontari aveva la memoria di un sessantenne, dopo l’assunzione di flavanoli nei tre mesi di dieta, la stessa persona poteva vedersi migliorare la memoria fino ad arrivare a quella di un trentenne o quarantenne.

Chiaramente, prima di cominciare a mangiare cioccolato a tutto spiano con l’obiettivo di diventare dei novelli Pico della Mirandola, dobbiamo attendere nuovi studi che confermino questa scoperta e tenere comunque bene a mente che il cioccolato, essendo pieno di zucchero e di grassi, ha degli effetti anche dannosi sulla salute, se mangiato in quantità eccessive.
Il cioccolato è dunque l’alimento più ricco di flavanoli, ma queste sostanze sono contenute anche nelle foglie di tè, nella frutta e nella verdura.

Foto tratta dalla rete

Cioccolato

Cioccolato

Condividi su Google Plus

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *